Teatro Orologio
Teatro
red.png
Centro Storico
0

Teatro Orologio

Con Carta PerDue anche qui hai uno sconto speciale.

RISPARMIA Con carta perdue. SE ANCORA NON CE L'HAI
PRENDILA GRATIS ADESSO PER 30 GIORNI. CONSEGNA IMMEDIATA!

Ecco i giorni in cui ricevi lo sconto con Carta PerDue:

GiornoSconto
Lunedì
Martedì
Mercoledì
Giovedì
Venerdì
Sabato
Domenica
Condizioni:
Note:
Un biglietto intero ed uno a 3 euro.
Descrizione: 

Non è stato facile reperire foto, programmi, critiche, testimonianze di spettacoli che si sono succeduti, spesso a ritmo incalzante, al Teatro Orologio in questi venti anni. Il computer, venti anni fa, non era ancora un attrezzo domestico come la lavatrice, e il ben fornito - per fortuna - archivio esistente in teatro era stato più volte manomesso dalle comapgnie che si "riprendevano", più o meno furtivamente, il materiale. Come mi pare di avere già detto, tra le prime teatrali e il resto si sono prodotti in questi anni un migliaio di incontri con il pubblico romano. Impossibile documentare, impossibile non dimenticare. Non posso fare altro che scusarmi per le inevitabili omissioni che questo tipo di lavoro ha comportato. Il bilancio é in attivo, almeno in rapporto alle quantità. Però non basta: l'equazione quantità=qualità, ormai, la fa solo il Gironale dello Spettacolo.

Molti errori sono stati commessi - ho commesso - nella compilation dei venti cartelloni. Spesso ho sbagliato sapendo di sbagliare. Il mio amico Ruggero Jacobbi, finissimo critico, diceva di qualche spettacolo: - Non l'ho visto e non mi piace - . Potevo dire lo stesso davanti a molte, moltissime proposte, alcune delle quali, tuttavia, finivo per accettare, pur sapendo che la realizzazione delle stesse non mi sarebbe piaciuta. Perché, allora, le inserivo nel cartellone? Tranne l'opportunismo, il calcolo, il tornaconto personale, i motivi possono essere tanti. In primo luogo, la ferma determinazione (in fondo, ero e sono presidente della SIAD, Società Italiana degli Autori Drammatici) di favorire la ricerca e la valorizzazione della drammaturgia italiana d'oggi. Sette Rassegne di autori italiani "Under 35" la dicono lunga, in proposito: ma non erano contenute solo lì, le famigerate "novità italiane". A volte, sembra incredibile ma siamo esseri umani, la costanza, l'insistenza, la petulanza dei richiedenti erano tali che riuscivano a fare breccia nella mia titubanza. Un altro criterio di scelta poteva essere dettato dalla volontà di recepire proposte per la sua attualità, per la sua pregnanza culturale, per la sua rispondenza ai miei gusti. Accettavo più per questi motivi che per l'intrinseca consistenza dei proponenti.

A volte si può sbagliare per ingenuità, e l'ingenuità degli "anziani" é patetica. Si può sbagliare per un eccesso di valutazione, per amicizia, per rispetto, per vanità, per opportunità (che non vuol dire opportunismo). A conti fatti, comunque, questi venti anni sono esistiti ed hanno dato all' Orologio la sua piccola fama di luogo culturalmente attrezzato. E, soprattutto, di luogo dove esiste un impalpabile fluidità positiva: si è creata quella vibrazione favorevole che all'inizio, alla vista - non fu amore a prima vista - dei locali maleodoranti e dissestati non avevo avvertito.

Il merito di avere creato - e mantenuto - il fascino dell' "allegra catacomba" per dirla con Gregoretti, va comunque alla squisitezza delle collaboratrici che si sono avvicendate all' Orologio. Grazie, Paola, Minny, Nicoletta, Daniele, Carla, Ivana: si deve a voi se il pubblico e le compagnie sono state sempre accolte con grazia, con attenzione, con pazienza, con signorilità. E grazie al Trio Rotunno - Daniela, grande sacerdotessa, Susanna e Paola, vestali dell'Orologio.

A consuntivo di questi venti anni, mi sembra che le funzioni del nostro spazio/osservatorio si sono sufficientemente sviluppate, come sono venuto elencando via via. L'Orologio è una conferma del fatto che solo in teatri come questo é possibile sperimentare nuove drammaturgie senza sentirsi condizionati dal Mercato, dal Potere, dalla Distribuzione. Qui si può essere liberi. E qui, tanto per non concludere, si può anche ricominciare. Mario Moretti

LA NUOVA STAGIONE DEL TEATRO OROLOGIO

Nome esercente: 
Teatro Orologio
Giorno di Chiusura: 
lunedì
Telephone: 
066875550
Indirizzo: 
Via dei Filippini 17/a
00186 Roma RM
Share this: